inondazione  |  frana
Alluvione in Sicilia
01-05 Novembre 2018

Nei primi giorni di novembre 2018 la Sicilia è stata interessata da una fase di tempo perturbato, caratterizzata da intense e abbondanti piogge che hanno prodotto gravi fenomeni alluvionali.
Più nel dettaglio, fin da giovedì 1 novembre si sono registrati considerevoli valori di pioggia nella zona compresa tra la parte occidentale della provincia di Agrigento, la parte orientale della provincia di Trapani e il Palermitano. Inizialmente si sono registrate valori di pioggia cumulata fra 40 e 80 mm e intensità orarie localmente anche superiori ai 30 mm/h valori che, nei due giorni successivi, hanno raggiunto, nella giornata di sabato 3 novembre, i 138 mm a Ribera (AG).
E proprio nella giornata di sabato che anche a causa di una linea temporalesca in debole movimento verso nord est, tutti i bacini dell’Agrigentino e del Palermitano centro-occidentale sono andati in piena. Le inondazioni e gli allagamenti delle varie aste fluviali e torrentizie hanno prodotto ingenti danni all’agricoltura e alle infrastrutture e un forte impatto sulla popolazione. L’episodio più drammatico è avvenuto a Casteldaccia (PA), dove due famiglie, in totale nove persone, tra adulti e bambini, sono state improvvisamente bloccate al piano terra di una casa dalle acque del fiume Milicia straripato e sono annegate. Altre quattro persone sono rimaste uccise nei territori di Vicari e Corleone in provincia di Palermo e di Cammarata (AG). Si tratta di tre uomini e una donna che sono tutti deceduti lungo le strade: un uomo nella sua auto è stato travolto dal torrente San Leonardo esondato, una seconda persona, un pediatra dell’ospedale di Corleone, trascinato via dalle acque del fiume Belice Sinistro mentre tentava di mettersi in salvo fuggendo dall’auto impantanata. Infine due coniugi che stavano trascorrendo alcuni giorni di vacanza in Italia, sono stati investiti da una frana di acqua e fango mentre percorrevano una strada interpoderale nei pressi di Cammarata. La massa di detriti ha fatto sbalzare e precipitare l’auto in un burrone profondo circa 30 metri.
Gravissimo quindi il bilancio complessivo, che conta 13 morti, un ferito, e oltre 230 sfollati in varie località delle due province.

Fonti per i dati pluviometrici e meteorologici:
Regione Siciliana, Osservatorio delle Acque: Andamento meteorologico del mese di Novembre 2018

Immagini tratte da http://www.vigilfuoco.tv/

Casteldaccia: zona interessata dall’esondazione del fiume Milicia
casteldaccia-VF-3

casteldaccia-VF-2

Corleone: zona dove è stata ritrovata la vittima travolta dalle acque del fiume Belice Sinistro
corleone

Video tratto da Yutube, canale Futura Vision

Immagini dei danni causati dal fiume Milicia a Casteldaccia

Comments are closed.

« »